Previsioni ManpowerGruop sull’occupazione- Secondo trimestre 2017

Sezione: Studi e ricerche
Data di pubblicazione:

Secondo i risultati dell’indagine trimestrale di ManpowerGroup MEOS (ManpowerGroup Employment Outlook Survey) per il periodo aprile-giugno 2017, i datori di lavoro italiani riferiscono intenzioni di assunzione deboli. Il 4% di loro si aspetta di incrementare il proprio organico, il 4% prevede un calo nelle assunzioni, mentre secondo il 90% non vi sarà alcuna variazione. A seguito degli aggiustamenti stagionali, la previsione si attesta a quota -2%. Le intenzioni di assunzione restano relativamente stabili rispetto al trimestre precedente, mentre peggiorano di 2 punti percentuali rispetto allo scorso anno.

"Le aziende stanno affrontando in questa fase le conseguenze della forte crisi economica degli scorsi anni. Nei prossimi tre mesi, solo il 4% dei datori di lavoro intervistati per il MEOS pensa ad un incremento del proprio organico. Tuttavia ci sono diverse opportunità per chi saprà sviluppare e proporre le giuste competenze sul mercato del lavoro. - ha commentato Stefano Scabbio, Presidente Area Mediterranea ed Europa Orientale ManpowerGroup – Ad esempio, cresce la richiesta di profili altamente qualificati come Sviluppatori, figure Sales e Ingegneri e numerose sono le opportunità nell’innovativo comparto del Fintech che negli ultimi anni ha rivoluzionato il settore Finance e Banking. Fattori tecnologici e demografici stanno influenzando i modelli di business tradizionali e le competenze dei lavoratori sono destinate a evolversi di conseguenza. D'altra parte le aziende dovranno muoversi in una prospettiva temporale di medio-lungo termine ed implementare pratiche di lavoro flessibile”.

Il digitale fa crescere le opportunità professionali nel settore Finance

Si prevede che tra aprile e giugno 2017 il numero dei dipendenti calerà in 5 dei 10 settori industriali. Le prospettive di assunzione più deboli sono quelle relative al settore minerario ed estrattivo, per il quale la previsione netta sull’occupazione è negativa e si attesta a -15%. Tuttavia, è prevista una crescita del numero di dipendenti in tre settori: Finanziario e Assicurativo, quello dell’Elettricità, Gas e Acqua e Horeca, con previsioni pari a +5% +3% e + 2%, rispettivamente.

Dopo le turbolenze degli scorsi anni, il settore Finance e Assurance, nel corso degli ultimi mesi sembra essere entrato in una fase di ripresa che ha portato al rafforzamento delle funzioni fortemente ridotte negli anni della crisi e al conseguente incremento della richiesta di profili soprattutto con un alto livello di seniority. A questo si aggiungono i forti investimenti che molte banche e assicurazioni stanno facendo in progetti d’innovazione e ad una crescita del Fintech dove è forte la richiesta di personale specializzato nell’analisi dei dati e nella User Experience.

Scopri di più:

Follow us      
© 2017 Experis - All Rights Reserved