L’ Interim Manager: un nuovo ruolo per l’impresa di domani e la soluzione per cambiare il ritmo della competizione

Sezione: Carriera
Data di pubblicazione:

Già presente da tempo nel mondo anglosassone, l’Interim o Temporary Manager è un professionista altamente qualificato che opera all’interno dell’organizzazione aziendale per un periodo di tempo determinato dal progetto o dall’obiettivo da raggiungere.
All’Interim Manager vengono, infatti, conferite responsabilità manageriali, adeguati poteri organizzativi e decisionali, ma esclusivamente per il tempo necessario a definire o portare a termine uno specifico progetto o attività.
Secondo una recente ricerca (frutto di un gruppo di lavoro congiunto tra Leading Network e IIM-Institute of Interim Management Italy, con il supporto istituzionale di GIDP, associazione dei Direttori Risorse Umane, Manageritalia e L’Impresa) le aziende utilizzatrici degli Interim Manager sono cresciute, dal 10% del 1995 al 16% nel 2015. Per quanto riguarda le aree di utilizzo, il maggiore interesse da parte di aziende grandi ha portato ad un incremento di ruoli di primo riporto funzionale: se, infatti, nel 1995, ben il 60% dei progetti riguardava ruoli di Direzione Generale, oggi la percentuale è scesa al 14%. Per quanto riguarda le singole funzioni, prevalgono ruoli legati alle Operations (28%), alle Risorse Umane (24%) e alla finanza (20%).


Tra le forme contrattuali maggiormente utilizzate prevale il contratto di lavoro subordinato a termine, il contratto di lavoro parasubordinato o il contratto di somministrazione o staff leasing. L’Interim Management è quindi sicuramente una soluzione moderna ed efficace per gestire fasi strategiche dello sviluppo aziendale come i passaggi di proprietà o di generazione, il lancio di un nuovo prodotto, l'espansione verso nuovi mercati o la copertura di un improvviso vuoto direzionale. Un'ottima opportunità inoltre per la PMI che possono disporre di professionalità di notevole spessore per il tempo necessario ed una soluzione molto più flessibile e meno costosa di un dirigente assunto a tempo indeterminato. L’Interim Manager è solitamente un professionista con una consolidata esperienza in ruoli senior all’interno del settore privato o anche pubblico. In generale, si tratta dunque di manager che possono vantare un pedigree di successo che li ha portati ad occupare posizioni di responsabilità sia a livello di conduzione d’azienda sia a livello di primi riporti funzionali. La specializzazione professionale e funzionale non è in sé rilevante. L’Interim Manager risulta dal connubio tra un profilo professionale da cui emerga con chiarezza la sua capacità a risolvere dei problemi. In un contesto di mercato in cui sia le aziende che i professionisti richiedono una maggior flessibilità del lavoro l’Interim Management comincia ad affermarsi anche in Italia e può rappresentare una soluzione reciprocamente vantaggiosa.

Per sapere di più clicca qui

Follow us      
© 2017 Experis - All Rights Reserved